Durante il percorso · l'attesa · Trasformazione

Prima di tutto IO

Una doccia gelata mi è arrivata addosso in questi giorni…

Ho realizzato solamente ora che equivale a un vero e proprio lutto per me, ora so con certezza che questi ultimi mesi passeranno senza chiamate dal tribunale.

Ora ho realizzato che non potrò come preventivato ripresentare subito la domanda e non so nemmeno se lo farò, se passerò direttamente all’affido o se sospenderemo tutto e rimarremo una coppia formata da due persone e un pelosino.

La depressione che mi ha colpito negli scorsi mesi con la lavorazione del mio passato molto simile a quello del mio ipotetico piccolo si sta lentamente attenuando con l’aiuto dei farmaci, ma se io per prima non sto bene non sarò in grado di prendermi cura di lui e di me e non solo mancheranno le energie ma non potrei nemmeno aiutarlo perché non mi sono risolta completamente.

Ci sono passaggi per me difficili da fare e traguardi personali da raggiungere che mi stanno facendo sudare e ci vorrà tempo per far sì che diventino effettivi, ma sono necessari perché io diventi adulta e possa ipotizzare una famiglia diversa.

Devo riconoscermi il positivo di essere uscita allo scoperto, di stare lavorando su me stessa mantenendo le attività quotidiane, di non aver perso la testa e che i passi avanti anche se lenti e piccoli ci sono. D’altronde è venuto alla luce più materiale su cui lavorare in questo ultimo anno che non nei tre precedenti. Sono felice di aver trovato, o che il destino mi abbia indicato, il terapista giusto anche se a volte l’odio mi pervade.

Un lato positivo che diventerà un mio obiettivo in tutto questo c’è, indipendentemente da come finirà, la mia esperienza potrà essere di aiuto ad altre coppie che stanno facendo il mio stesso percorso. Potrò testimoniare come a volte serve fermarsi, ascoltarsi, essere sinceri e come il passato per quanto brutto sia si può superare lavorare, portarlo come testimonianza di rinascita e conoscenza su dubbi di altre persone. Aiuto a crescere, approfondire e sapersi ascoltare veramente come coppia scindendo dal puro desiderio, legittimo, ma non sempre realizzabile per vari motivi.

Per cui d’ora in poi un po’ di sano egoismo, io al centro e poi la mia famiglia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.